Freni più performanti

Tutto sull'Astra G

Moderatori: Moderatori, Moderatore Mensile, Esperto Astra G

Freni più performanti

Messaggiodi Robiz87 » 01/04/2019, 9:37

Ciao raga. È arrivata l'ora di sostituire dischi e pasticche all'anteriore e di dare una controllata ai tamburi posteriori. Ora vorrei migliorare la frenata quindi avevo pensato a tubi in treccia, dischi baffati (ho scartato i forati perché ho letto che sono soggetti a cricche e raffreddano troppo velocemente il disco) e relative pasticche. Ma al posteriore avendo i tamburi come posso migliorare la situazione? Premetto che il mio uso è in settimana uso lavorativo quindi semicittadino diciamo ad andature tranquille. Qualche viaggio e molto spesso nei weekend in montagna. Quindi date queste premesse cosa mi consigliate e soprattutto quali marche? Vorrei che anche a freddo fossero comunque efficienti anche se magari in minor misura rispetto a quando sono caldi e non che vado lungo in caso di frenata d'emergenza perché i dischi sono freddi
Opel Astra 3p 1.7 DTI 75 cv cerchi da 16 project total black. Lavori eseguiti finora, ritappezzato cielo, sostituzione fari anteriori, eliminazione graffi ed ammaccature, sostituzione accendisigari con doppia presa usb, luci posizione a led, anabbaglianti Philips X-treme vision, oscuramento vetri e fascia parasole sul parabrezza con pellicola suntek hp 05. Prossimo lavoro in previsione presa accendisigari al posteriore e nel bagagliaio
Ex Audi A3 1.9 TDI 110 cv Highlander
Robiz87
Giovane Astrista
Giovane Astrista
 
Messaggi: 127
Iscritto il: 28/11/2016, 20:47
Località: Grottazzolina
La tua Astra: Astra G
Caratteristiche: 3P 1.7 DTI 75 cv

Re: Freni più performanti

Messaggiodi GabrieleOpel » 01/04/2019, 15:14

Robiz87 ha scritto:Ciao raga. È arrivata l'ora di sostituire dischi e pasticche all'anteriore e di dare una controllata ai tamburi posteriori. Ora vorrei migliorare la frenata quindi avevo pensato a tubi in treccia, dischi baffati (ho scartato i forati perché ho letto che sono soggetti a cricche e raffreddano troppo velocemente il disco) e relative pasticche. Ma al posteriore avendo i tamburi come posso migliorare la situazione? Premetto che il mio uso è in settimana uso lavorativo quindi semicittadino diciamo ad andature tranquille. Qualche viaggio e molto spesso nei weekend in montagna. Quindi date queste premesse cosa mi consigliate e soprattutto quali marche? Vorrei che anche a freddo fossero comunque efficienti anche se magari in minor misura rispetto a quando sono caldi e non che vado lungo in caso di frenata d'emergenza perché i dischi sono freddi

Io andrei o di ATE o Brembo (originali, non cinesate). Altrimenti i sempre validi originali GM
La mia passione : le Opel
Le mie Opel
Opel Zafira 2.0 DTI 16v Comfort 2004 colore Star Silver
Opel Agila 1.0 12v Club 2003 colore Casablanca White

Le New entry (che si aggiungono al parco auto famigliare)
Opel Agila 1.0 12v Club 2003 colore Kiwi Green
Opel Agila 1.0 12v Club 2003 colore Star Silver
Avatar utente
GabrieleOpel
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 3605
Iscritto il: 11/04/2016, 20:40
Località: Valsesia
La tua Astra: Zafira A
Caratteristiche: 2.0 DTI 16v Comfort 2004
Altra Opel: Agila 1.0 12v Comfort 2003
Umore: Entusiasta

Re: Freni più performanti

Messaggiodi Robiz87 » 01/04/2019, 16:30

Gabriele non per sminuire la qualità gm ma vorrei una potenza frenante maggiore di quella originale, che per me è scarsa quindi voglio mettere sotto qualcosa di più prestazionale. Chiaro non materiale racing che a temperature che solo in pista suoi raggiungere, sono eccezionali ma a freddo vai come se non hai freni. E suppongo che nel mezzo ci sia qualcosa che non sia l'impianto dischi, pasticche e ferodi originali
Opel Astra 3p 1.7 DTI 75 cv cerchi da 16 project total black. Lavori eseguiti finora, ritappezzato cielo, sostituzione fari anteriori, eliminazione graffi ed ammaccature, sostituzione accendisigari con doppia presa usb, luci posizione a led, anabbaglianti Philips X-treme vision, oscuramento vetri e fascia parasole sul parabrezza con pellicola suntek hp 05. Prossimo lavoro in previsione presa accendisigari al posteriore e nel bagagliaio
Ex Audi A3 1.9 TDI 110 cv Highlander
Robiz87
Giovane Astrista
Giovane Astrista
 
Messaggi: 127
Iscritto il: 28/11/2016, 20:47
Località: Grottazzolina
La tua Astra: Astra G
Caratteristiche: 3P 1.7 DTI 75 cv

Re: Freni più performanti

Messaggiodi GabrieleOpel » 01/04/2019, 20:48

Ah, scusami. Pensavo che puntassi a prestazioni medie.
Per alte prestazioni ribadisco la validità di Brembo e ATE, ovviamente non la linea di ricambi comuni, ma quella dedicata a migliori performances.
La mia passione : le Opel
Le mie Opel
Opel Zafira 2.0 DTI 16v Comfort 2004 colore Star Silver
Opel Agila 1.0 12v Club 2003 colore Casablanca White

Le New entry (che si aggiungono al parco auto famigliare)
Opel Agila 1.0 12v Club 2003 colore Kiwi Green
Opel Agila 1.0 12v Club 2003 colore Star Silver
Avatar utente
GabrieleOpel
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 3605
Iscritto il: 11/04/2016, 20:40
Località: Valsesia
La tua Astra: Zafira A
Caratteristiche: 2.0 DTI 16v Comfort 2004
Altra Opel: Agila 1.0 12v Comfort 2003
Umore: Entusiasta

Re: Freni più performanti

Messaggiodi paolo.tnt » 01/04/2019, 21:29

fai come ti dico io e come ho fatto io: i tamburi dietro lasciali cosi,
davanti hai i dischi piccoli da 256 mm, puoi cambiare pastiglie ,ma non cambia niente, gia fatto
io ho messo, usati, i fuselli con pinza e portapinza dell astra g con ruote a 5 bulloni , quindi i 2000 a gasolio o 1.8 benzina, poi compra i dischi da 280 mm per meriva prima serie ma con 4 fori, e sei a posto non cambiare i tubi che non cambia niente, io avevo messo i dischi forati e baffati comprati a poco dall inghilterra

poi si che era piu sicura, solo con la frenata migliore puoi andare piu allegro, rischiando meno, è come avere piu cavalli

poi ho fatto altre modifiche, ecc, ecc

i pezzi usati comprati a 100 euro usati su internet

probabilmente vanno bene i fuselli della meriva, ma non so
opel astra g 1.7 sw elegance del 2003
rimappata, vapori olio all esterno, olio vegetale dal 30 al 60%, scambiatore per riscaldare l olio vegetale, impianto freni meriva 280 mm forati baffati, pulizia condotti, decat, cerchi 16 meriva, guarnizione testa cambiata personalmente luglio 2015 a 198.000km, esperimenti con impianto hho (cella autocostruita 316 taglio laser)
paolo.tnt
Astrista
Astrista
 
Messaggi: 263
Iscritto il: 17/02/2009, 13:38
Località: MILANO
La tua Astra: Astra G

Re: Freni più performanti

Messaggiodi Robiz87 » 02/04/2019, 12:51

Non pensavo di cambiare tutto, ma di migliorare l'impianto già esistente, anche per un discorso legale. Per quel che riguarda i tubi freno in treccia non servono? Ho sempre saputo che tale modifica apportasse benefici. Comunque brembo o ate ok ma quali di preciso? Quali pastiglie abbinare a tali dischi? E i ferodi al posteriore quali marche per avere una frenata migliore? Scusate le mille domande ma voglio andare sicuro di non sbagliare visto che si parla di sicurezza per me e per gli altri
Opel Astra 3p 1.7 DTI 75 cv cerchi da 16 project total black. Lavori eseguiti finora, ritappezzato cielo, sostituzione fari anteriori, eliminazione graffi ed ammaccature, sostituzione accendisigari con doppia presa usb, luci posizione a led, anabbaglianti Philips X-treme vision, oscuramento vetri e fascia parasole sul parabrezza con pellicola suntek hp 05. Prossimo lavoro in previsione presa accendisigari al posteriore e nel bagagliaio
Ex Audi A3 1.9 TDI 110 cv Highlander
Robiz87
Giovane Astrista
Giovane Astrista
 
Messaggi: 127
Iscritto il: 28/11/2016, 20:47
Località: Grottazzolina
La tua Astra: Astra G
Caratteristiche: 3P 1.7 DTI 75 cv

Re: Freni più performanti

Messaggiodi paolo.tnt » 02/04/2019, 18:59

i dischi forati e/o baffati sono illegali se non previsti dalla casa come primo impianto, per quanto riguarda la qualita dei dischi o pastiglie cambia poco, se ci sono differenze sono minime
opel astra g 1.7 sw elegance del 2003
rimappata, vapori olio all esterno, olio vegetale dal 30 al 60%, scambiatore per riscaldare l olio vegetale, impianto freni meriva 280 mm forati baffati, pulizia condotti, decat, cerchi 16 meriva, guarnizione testa cambiata personalmente luglio 2015 a 198.000km, esperimenti con impianto hho (cella autocostruita 316 taglio laser)
paolo.tnt
Astrista
Astrista
 
Messaggi: 263
Iscritto il: 17/02/2009, 13:38
Località: MILANO
La tua Astra: Astra G

Re: Freni più performanti

Messaggiodi involt » 03/04/2019, 8:50

Robiz87 ha scritto:Ora vorrei migliorare la frenata quindi avevo pensato a tubi in treccia, dischi baffati (ho scartato i forati perché ho letto che sono soggetti a cricche e raffreddano troppo velocemente il disco) e relative pasticche. Ma al posteriore avendo i tamburi come posso migliorare la situazione? Premetto che il mio uso è in settimana uso lavorativo quindi semicittadino diciamo ad andature tranquille. Qualche viaggio e molto spesso nei weekend in montagna. Quindi date queste premesse cosa mi consigliate e soprattutto quali marche? Vorrei che anche a freddo fossero comunque efficienti anche se magari in minor misura rispetto a quando sono caldi e non che vado lungo in caso di frenata d'emergenza perché i dischi sono freddi


Occorre puntualizzare diversi aspetti in premessa:

1) lo "spazio di frenata" in un'automobile omologata è determinato essenzialmente dagli pneumatici. Se sei in grado di far intervenire l'ABS premendo a fondo il freno, l'automobile frena e l'unico modo che hai per accorciare lo spazio di frenata è quello di sostituire gli pneumatici con altri che hanno un grip maggiore

2) diverso discorso vale, invece, per la "prontezza" della frenata, e cioè il fatto di avere un'auto più reattiva da questo punto di vista, che reagisce in maniera più immediata alla pressione del pedale.

L'aspetto 2) è determinato da caratteristiche diverse dell'impianto, sulle quali, in teoria, si può intervenire; nella pratica, poi le cose possono stare in altro modo. Vediamo innanzitutto su cosa si può intervenire in teoria:

L'impianto freni è null'altro che un "torchio idraulico", che, in pratica, mantiene inalterato il lavoro compiuto ad un'estremità, cambiando il rapporto tra forza e spostamento, un po' come fa una leva. Ad una certa forza esercitata sul pedale, con un certo spostamento (escursione del pedale) corrisponde un'escursione di gran lunga minore dei pistoncini, ma, per mantenere costante il prodotto forza x spostamento, deve corrispondere necessariamente una forza maggiore.

Poi, il "come" venga sfruttata questa forza, dipende essenzialmente da due fattori:

1) il coefficiente di attrito tra disco e pastiglia
2) il diametro del disco

Veniamo all'ultimo fattore. Se aumenti il diametro del disco, a parità di tutte le altre condizioni, aumenterai l'efficienza con la quale la medesima forza applicata sul pedale interverrà sul sistema; quindi, a pressioni minori (e, per quanto detto prima a proposito del torchio idraulico, a minore escursione del pedale) corrisponderà la medesima forza frenante. La vettura sarà più pronta in frenata; ma... ci sono degli effetti collaterali. Un disco maggiore aumenta l'inerzia della massa non sospesa, E questo sia perchè un disco più grande ha un peso maggiore, sia perchè il peso si trova anche più distante dal mozzo. I dischi composti da due parti avvitate limitano in parte il primo problema, ma non il secondo. Avrai così una riduzione dell'accelerazione, una ridotta reattività in curva, ed anche i benefici sulla frenata saranno leggermente inferiori alle aspettative perché il sistema deve vincere anche la maggior inerzia del disco più grande. Inoltre, una tale soluzione ha un costo elevato, e può presentare problemi tecnici in rapporto all'alloggiamento all'interno del cerchio.

In una vettura preparata per le competizioni, o comunque (solo) per la pista, vi può essere un "rapporto costo-beneficio" tale per cui vale la pena di farlo: la vettura ha una potenza ben maggiore, degli pneumatici con maggior grip, e sospensioni e cerchi appositamente modificati, per cui lo scotto da pagare, e cioè la maggior inerzia, diviene un prezzo accettabile; ma su una vettura stradale...

... è meglio guardare altrove, e cioè al coefficiente di attrito. Anche questo dipende da due fattori:
1) il coefficiente di attrito del disco
2) il coefficiente di attrito della pastiglia

L'opinione corrente è che i dischi lavorati (forati, baffati o escavati) servano solo a dissipare meglio il calore. In realtà vi sono lavori (pochi) che hanno dimostrato, in maniera comparativa, come un disco lavorato abbia un maggior attrito con la pastiglia: l'efficienza frenante è maggiore. Anche questo ha due effetti collaterali: il consumo della pastiglia ed il rumore. Le pastiglie si consumano più velocemente e, se hai come me, dischi baffati ed escavati, quando percorri una stretta strada di montagna (e quindi sei vicino a guard rail o parete rocciosa) ed hai i finestrini aperti ti sembra di essere seguito da un elicottero. L'effetto elicottero è più marcato quando i dischi sono nuovi.
La modifica più "remunerativa" rimane allora quella delle pastiglie. Qui sorgerebbe la problematica a cui hai accennato, e cioè lo scarso rendimento a freddo. Questo problema, però, non è uguale per tutte le pastiglie morbide. Le pastiglie che uso io, ad esempio, sono da track day; ma, forse anche perché per via di come è modificata l'automobilina io mi guardo bene dal superare i 2500 giri fin quando il refrigerante non è in temperatura da almeno cinque minuti, non ho mai avuto il benché minimo problema. Il consumo di una pastiglia morbida su un disco lavorato è inoltre elevatissimo, e questo è ben visibile dai depositi sui cerchi; ma, sebbene io sia uno che le pastiglie le mangia come noccioline durante l'aperitivo, la differenza con quelle normali non è che si sia rivelata tantissima. Ovviamente hanno un costo ben maggiore, e le devo ritirare; ma all'infuori di questi "effetti collaterali" il risultato è altamente positivo.

L'altra possibilità di intervento sulla "prontezza" della frenata sarebbe sull'escursione del pedale. Esso dipende da tre fattori:

1) da come è realizzata la pompa freno
2) dalla posizione del puntale del pedale relativamente al fulcro
3) dalla compliance dei flessibili

Purtroppo, l'unica condizione su cui è relativamente facile intervenire è la 3), che è anche quella meno determinante come entità; ma cambiare la pompa dei freni o la pedaliera appare una modifica un po' troppo ardita.
Il punto 3) riguarda appunto l'adozione di flessibili in maglia metallica. Il problema sta qui nella realizzazione. Inizialmente avevo montato dei flessibili costruiti artigianalmente usando ttubazioni Goodridge. Uno dei raccordi è esploso. Non è accaduto niente, ma trovarsi senza freni se sei a velocità elevate, non è situazione molto divertente. Attualmente monto tubazioni HEL, che sembrano di gran lunga migliori. L'effetto sulla corsa del pedale è un accorciamento di circa il 20% (installando i flessibili sia anteriormente, sia posteriormente); non è molto, ma insieme a dischi e pastiglie contribuisce a rendere più reattivo il comando del freno, ottenendo, alla fin fine, proprio ciò che si vuole.
Dubbio, infine, è l'effetto di un fluido freni diverso. In teoria, l'effetto sarebbe "l'assenza di effetto negativo"; cioè, con un fluido "normale" potresti avere, in condizioni estreme, un allungamento della corsa del pedale (dovuto all'ebollizione del fluido) che un fluido freni "racing" ti eviterebbe. Ma in condizioni usuali, non dovrebbe fare la differenza. Io uso Motul RBF 660, ma devo dire che l'altra volta, dopo essere andato forte, ma veramente forte, la corsa del pedale si è un po' allungata. L'effetto è rientrato dopo meno di venti secondi di sosta, ma devo dire che non me lo aspettavo... :mahh
AstraJ GTC 1.6T Carbon Flash. Molle Eibach ProKit - Distanziali Eibach Pro Spacers . retrocamera e Bluetooth OEM su Navi 900 - DRL, luci targa, retromarcia e fendinebbia a LED - M-Tech short shifter Filtro a pannello - Downpipe senza precat - Regolatore variabile pressione benzina Bonalume - Candele NGK "fredde" - Turbocompressore ibrido - Intercooler maggiorato - riprogrammazione ECU di qualcuno che lavora dove si fabbricano Automobili - frizione S-Performance Sachs - differenziale Wavetrac - dischi freno e pastiglie EBC - flessibili freno HEL :mrgreen: Non so "quanti cavalli ha". L'unica cosa che so è che adesso va come avrebbe dovuto andare già dall'inizio. Ora anche meglio...
:)

Così:

Image


sarebbe stata perfetta. Quand'ero giovane: Calibra 2000 16V


New entry: BMW 118d MSport full optional


Per poter risorgere risulta indispensabile, prima, morire
Avatar utente
involt
Astrista D.O.C.
Astrista D.O.C.
 
Messaggi: 2694
Iscritto il: 16/11/2012, 8:16
Località: SudItalia
La tua Astra: Astra J
Caratteristiche: Un po' malconcia dal 29 maggio 2013

Re: Freni più performanti

Messaggiodi Robiz87 » 03/04/2019, 10:45

Involt sul riscaldare l'auto sono d'accordo con te e forse sono più pignolo di te. Quando la metto in moto a freddo aspetto 5 minuti buoni prima di partire, poi cambiate a massimo 2000 giri fino a che l'auto non va in temperatura. Fine OT. Per i tubi freno no problem ho un azienda locale che li fa omologati, sia tradizionali che in treccia per dischi pastiglie ed olio che marche mi consigli? Premesso che il mio stile di guida solo in casi d'emergenza prevede la staccata con annesso scalo di marcia in contemporanea. Altrimenti vado di frenata breve ma intensa o più colpi di freni, ma difficilmente vado di frenata prolungata
Opel Astra 3p 1.7 DTI 75 cv cerchi da 16 project total black. Lavori eseguiti finora, ritappezzato cielo, sostituzione fari anteriori, eliminazione graffi ed ammaccature, sostituzione accendisigari con doppia presa usb, luci posizione a led, anabbaglianti Philips X-treme vision, oscuramento vetri e fascia parasole sul parabrezza con pellicola suntek hp 05. Prossimo lavoro in previsione presa accendisigari al posteriore e nel bagagliaio
Ex Audi A3 1.9 TDI 110 cv Highlander
Robiz87
Giovane Astrista
Giovane Astrista
 
Messaggi: 127
Iscritto il: 28/11/2016, 20:47
Località: Grottazzolina
La tua Astra: Astra G
Caratteristiche: 3P 1.7 DTI 75 cv

Re: Freni più performanti

Messaggiodi 8888ita8888 » 03/04/2019, 21:42

Come liquido freni ti consiglio quello della ATE DOT4 CLASSE6 che ha una viscosità di gran lunga superiore rispetto al classico DOT4 e "scivola" meglio nei tubi. Io ho quello su due auto e la differenza si sente. Controlla anche il depressore (se la tua astra ce l'ha).
Passione? Rimappare la Zafira :D

Il mio bolide? Zafira A, motore x20dtl, anno 2000, cilindrata 1995, CV 82 ---> 120, rialzata di 5cm con molle rinforzate e ammortizzatori Koni Street, Km +220.000
8888ita8888
Giovane Astrista
Giovane Astrista
 
Messaggi: 135
Iscritto il: 10/08/2016, 15:56
Località: Siderno
La tua Astra: Zafira A
Caratteristiche: Elegance 00 DTI motore x20dtl 82cv

Re: Freni più performanti

Messaggiodi involt » 04/04/2019, 7:23

Robiz87 ha scritto:Involt sul riscaldare l'auto sono d'accordo con te e forse sono più pignolo di te. Quando la metto in moto a freddo aspetto 5 minuti buoni prima di partire, poi cambiate a massimo 2000 giri fino a che l'auto non va in temperatura. Fine OT


Non era un OT. Intendevo dire che, poiché fin quando il refrigerante non è in temperatura vado molto piano, le pastiglie, anche se sono quasi da track-day riescono a raggiungere la temperatura di esercizio senza problemi. Cioè, per riscaldarle non devi necessariamente andare come un forsennato; nei primi minuti di esercizio normale, anzi ad andature più che moderate, si riscladano quanto basta ad essere "pronte per l'uso". Mai avuto un problema.

Robiz87 ha scritto:Per i tubi freno no problem ho un azienda locale che li fa omologati, sia tradizionali che in treccia


Anche l'azienda che li aveva fatti a me faceva altrettanto. Il problema della costruzione artigianale è il crimpaggio tra tubo e raccordo. Ed io l'avevo anche chiesto: "Li collaudate dopo l'assemblaggio?"; e questo perché è un problema relativamente ben conosciuto, non una mia idea campata in aria. Poiché è un aspetto davvero serio della faccenda (non esiste alcuna forma di "paracadute" se questo accade; l'atomobile, semplicemente, non frena) ti consiglierei di stare molto attento a questo aspetto.

Robiz87 ha scritto:per dischi pastiglie ed olio che marche mi consigli? Premesso che il mio stile di guida solo in casi d'emergenza prevede la staccata con annesso scalo di marcia in contemporanea. Altrimenti vado di frenata breve ma intensa o più colpi di freni, ma difficilmente vado di frenata prolungata


Se vuoi distaccarti dai prodotti OEM, come dischi io guarderei a Brembo, StopTech o EBC. Io con EBC mi sono trovato bene, ma il singolo caso non è indicativo. EBC avrebbe il vantaggio di non produrre in Cina. Almeno apparentemente.

Come pastiglie, per le tue esigenze, guarderei a Brembo, Ferodo, o EBC. Come Brembo andrebbero bene le Sport, come Ferodo le Sport, come EBC vedrei di più le GreenStuff. Se vuoi fare un salti di qualità sportivo (ma hai bisogno di tenere le pastiglie un po' più calde), le Ferodo divengono le DS2500 e le EBC RedStuff.
Andando ancora avanti (siamo quasi al track day) avremmo Brembo RB170, Ferodo DS3000 o EBC YellowStuff. Per le tue esigenze vedrei o le DS2500 o le RedStuff.
Riguardo al fluido freni potresti utilizzare il Motul RBF 600, ma in realtà qualunque DOT 4 va bene. L'ATE Classe 6, come tutti i classe 6 (che sarebbero stati studiati per questo) ha una viscosità inferiore al Motul, a tutte le temperature, diretta principalmente all'ottimale funzionamento ABS/ESP. Anche i DOT 5.1 sono stati studiati per questo. Io ho provato sul mio impianto il DOT 5.1 GM, ma sono tornato al Motul. Questo, perché in realtà la viscosità, escludendo il funzionamento dei sistemi suddetti, ha un'importanza limitata all'uso a freddo. Viscosità troppo elevate a freddo potrebbero compromettere il funzionamento dei sistemi suddetti, in quanto un'alta viscosità aumenta la perdita di carico (resistenza) attraverso i condotti di piccolo diametro. Quello che poi importa nell'uso "a regime" sono compressibilità, igroscopia e punto di ebollizione. Nell'impiego in pista o comunque gravoso, il liquido può andare in ebollizione. La presenza delle bolle d'aria lo rende più compressibile. La presenza di acqua, assorbita dall'umidità dell'aria, abbassa il punto di ebollizione. Quindi un fluido igroscopico e con un punto di ebollizione basso sarà più soggetto all'aumento di compressibilità idotto dall'ebollizione. Nel tuo caso, il problema non si pone. Il feeling del pedale in condizioni normali dipende dalla compressibilità del liquido nelle normali condizioni di esercizio, che di solito il produttore non riporta. Occorre fare delle prove, ed è per questo che sono tornato al Motul. E' verosimile che sul tuo impianto il problema sia irrilevante; eventuali differenze andrebbero provate.
AstraJ GTC 1.6T Carbon Flash. Molle Eibach ProKit - Distanziali Eibach Pro Spacers . retrocamera e Bluetooth OEM su Navi 900 - DRL, luci targa, retromarcia e fendinebbia a LED - M-Tech short shifter Filtro a pannello - Downpipe senza precat - Regolatore variabile pressione benzina Bonalume - Candele NGK "fredde" - Turbocompressore ibrido - Intercooler maggiorato - riprogrammazione ECU di qualcuno che lavora dove si fabbricano Automobili - frizione S-Performance Sachs - differenziale Wavetrac - dischi freno e pastiglie EBC - flessibili freno HEL :mrgreen: Non so "quanti cavalli ha". L'unica cosa che so è che adesso va come avrebbe dovuto andare già dall'inizio. Ora anche meglio...
:)

Così:

Image


sarebbe stata perfetta. Quand'ero giovane: Calibra 2000 16V


New entry: BMW 118d MSport full optional


Per poter risorgere risulta indispensabile, prima, morire
Avatar utente
involt
Astrista D.O.C.
Astrista D.O.C.
 
Messaggi: 2694
Iscritto il: 16/11/2012, 8:16
Località: SudItalia
La tua Astra: Astra J
Caratteristiche: Un po' malconcia dal 29 maggio 2013

Re: Freni più performanti

Messaggiodi Robiz87 » 04/04/2019, 8:57

Azz involt sei un enciclopedia vivente, tanto di cappello. Per quanto riguardi i dischi cosa mi consigli in particolare? Intendo come modello perché tipo brembo ha la serie sport e i brembo max
Opel Astra 3p 1.7 DTI 75 cv cerchi da 16 project total black. Lavori eseguiti finora, ritappezzato cielo, sostituzione fari anteriori, eliminazione graffi ed ammaccature, sostituzione accendisigari con doppia presa usb, luci posizione a led, anabbaglianti Philips X-treme vision, oscuramento vetri e fascia parasole sul parabrezza con pellicola suntek hp 05. Prossimo lavoro in previsione presa accendisigari al posteriore e nel bagagliaio
Ex Audi A3 1.9 TDI 110 cv Highlander
Robiz87
Giovane Astrista
Giovane Astrista
 
Messaggi: 127
Iscritto il: 28/11/2016, 20:47
Località: Grottazzolina
La tua Astra: Astra G
Caratteristiche: 3P 1.7 DTI 75 cv

Re: Freni più performanti

Messaggiodi 8888ita8888 » 04/04/2019, 11:56

involt ha scritto:Riguardo al fluido freni potresti utilizzare il Motul RBF 600, ma in realtà qualunque DOT 4 va bene. L'ATE Classe 6, come tutti i classe 6 (che sarebbero stati studiati per questo) ha una viscosità inferiore al Motul, a tutte le temperature, diretta principalmente all'ottimale funzionamento ABS/ESP. Anche i DOT 5.1 sono stati studiati per questo. Io ho provato sul mio impianto il DOT 5.1 GM, ma sono tornato al Motul. Questo, perché in realtà la viscosità, escludendo il funzionamento dei sistemi suddetti, ha un'importanza limitata all'uso a freddo. Viscosità troppo elevate a freddo potrebbero compromettere il funzionamento dei sistemi suddetti, in quanto un'alta viscosità aumenta la perdita di carico (resistenza) attraverso i condotti di piccolo diametro. Quello che poi importa nell'uso "a regime" sono compressibilità, igroscopia e punto di ebollizione. Nell'impiego in pista o comunque gravoso, il liquido può andare in ebollizione. La presenza delle bolle d'aria lo rende più compressibile. La presenza di acqua, assorbita dall'umidità dell'aria, abbassa il punto di ebollizione. Quindi un fluido igroscopico e con un punto di ebollizione basso sarà più soggetto all'aumento di compressibilità idotto dall'ebollizione. Nel tuo caso, il problema non si pone. Il feeling del pedale in condizioni normali dipende dalla compressibilità del liquido nelle normali condizioni di esercizio, che di solito il produttore non riporta. Occorre fare delle prove, ed è per questo che sono tornato al Motul. E' verosimile che sul tuo impianto il problema sia irrilevante; eventuali differenze andrebbero provate.


Non conoscevo l'esistenza del Motul, pensa che nei negozi di ricambi quanto ho chiesto un classe 6 mi avevano preso per pazzo (anche all'Opel).
Passione? Rimappare la Zafira :D

Il mio bolide? Zafira A, motore x20dtl, anno 2000, cilindrata 1995, CV 82 ---> 120, rialzata di 5cm con molle rinforzate e ammortizzatori Koni Street, Km +220.000
8888ita8888
Giovane Astrista
Giovane Astrista
 
Messaggi: 135
Iscritto il: 10/08/2016, 15:56
Località: Siderno
La tua Astra: Zafira A
Caratteristiche: Elegance 00 DTI motore x20dtl 82cv

Re: Freni più performanti

Messaggiodi paolo.tnt » 04/04/2019, 18:12

quando avevo l impianto originale, misi le EBC verdi , ma rimasi deluso frenavano meno delle pastiglie classiche, ora non ricordo la marca, secondo me bisogna mettere le rosse
opel astra g 1.7 sw elegance del 2003
rimappata, vapori olio all esterno, olio vegetale dal 30 al 60%, scambiatore per riscaldare l olio vegetale, impianto freni meriva 280 mm forati baffati, pulizia condotti, decat, cerchi 16 meriva, guarnizione testa cambiata personalmente luglio 2015 a 198.000km, esperimenti con impianto hho (cella autocostruita 316 taglio laser)
paolo.tnt
Astrista
Astrista
 
Messaggi: 263
Iscritto il: 17/02/2009, 13:38
Località: MILANO
La tua Astra: Astra G

Re: Freni più performanti

Messaggiodi involt » 04/04/2019, 18:14

Robiz87 ha scritto:Azz involt sei un enciclopedia vivente, tanto di cappello. Per quanto riguardi i dischi cosa mi consigli in particolare? Intendo come modello perché tipo brembo ha la serie sport e i brembo max

Mah, è essenzialmente una questione estetica, prendi quelli che ti piacciono di più. La Brembo produce anche una "linea turistica", che sono dischi flottanti. Questi farebbero una differenza sostanziale non tanto nella frenata, quanto nella riduzione delle masse non sospese; ma non so se li producono per la tua auto. Comunque, anche dal disco flottante non puoi aspettarti, sempre in relazione alla riduzione delle masse non sospese, una differenza abissale; è molto più efficace, in questo, uno pneumatico che pesi un centinaio di grammi in meno

8888ita8888 ha scritto:Non conoscevo l'esistenza del Motul, pensa che nei negozi di ricambi quanto ho chiesto un classe 6 mi avevano preso per pazzo (anche all'Opel).


C'è un malinteso. La Motul non produce DOT 4 classe 6. Il fluido a bassa viscosità per ESP/ABS della Motul è un DOT 5.1. L'errore probabilmente nasce dal fatto che tu ritieni

8888ita8888 ha scritto: ...una viscosità di gran lunga superiore rispetto al classico DOT4 e "scivola" meglio nei tubi.


in realtà é l'esatto contrario. La perdita di carico cresce al crescere della viscosità. In altri termini, perché il fluido "scivoli meglio nei tubi" la viscosità deve essere più bassa, non più alta. Il problema non si pone a caldo, dove le viscosità si abbassano di centinaia di volte. Si pone a freddo dove un DOT 4 "da pista" può avere una viscosità anche doppia rispetto ad un DOT 5.1 o ad un classe 6. E se le temperature esterne sono sottozero, questo può compromettere il funzionamento del sistema ESP/ABS in quanto i canali all'interno della pompa sono di calibro davvero ridotto. Ma una volta che la temperatura porta la viscosità al di sotto di un certo valore, il fattore principale rimane la compressibilità. E quando la temperatura aumenta ancora diviene il punto di ebollizione; ma qui stiamo parlando di pista (o di uso stradale "esasperato"). Vi è inoltre un ulteriore aspetto che confonde il quadro, e cioè il fatto che di solito vengono indicati valori di viscosità cinematica, ma non si parla del peso specifico. Quindi, i fluidi non sono direttamente confrontabili sulla base di questo valore; poiché i fluidi freni si muovono per la pressione esercitata dalle pompe, la viscosità dinamica sarebbe un indicatore migliore del loro comportamento.
AstraJ GTC 1.6T Carbon Flash. Molle Eibach ProKit - Distanziali Eibach Pro Spacers . retrocamera e Bluetooth OEM su Navi 900 - DRL, luci targa, retromarcia e fendinebbia a LED - M-Tech short shifter Filtro a pannello - Downpipe senza precat - Regolatore variabile pressione benzina Bonalume - Candele NGK "fredde" - Turbocompressore ibrido - Intercooler maggiorato - riprogrammazione ECU di qualcuno che lavora dove si fabbricano Automobili - frizione S-Performance Sachs - differenziale Wavetrac - dischi freno e pastiglie EBC - flessibili freno HEL :mrgreen: Non so "quanti cavalli ha". L'unica cosa che so è che adesso va come avrebbe dovuto andare già dall'inizio. Ora anche meglio...
:)

Così:

Image


sarebbe stata perfetta. Quand'ero giovane: Calibra 2000 16V


New entry: BMW 118d MSport full optional


Per poter risorgere risulta indispensabile, prima, morire
Avatar utente
involt
Astrista D.O.C.
Astrista D.O.C.
 
Messaggi: 2694
Iscritto il: 16/11/2012, 8:16
Località: SudItalia
La tua Astra: Astra J
Caratteristiche: Un po' malconcia dal 29 maggio 2013

Re: Freni più performanti

Messaggiodi involt » 04/04/2019, 18:21

paolo.tnt ha scritto:quando avevo l impianto originale, misi le EBC verdi , ma rimasi deluso frenavano meno delle pastiglie classiche, ora non ricordo la marca, secondo me bisogna mettere le rosse


Occorrerebbe vedere come si comportano con altri dischi. Comunque le RedStuff sono probabilmente la scelta migliore per un upgrade; le GreenStuff sarebbero comunque una sostituzione delle OEM.

Anche le DS2500 potrebbero essere considerate; alcuni ne sono entusiasti.

Le YellowStuff frenano davvero bene (io le ho sull'automobilina); ma lì, come costi, saliamo un po'...
AstraJ GTC 1.6T Carbon Flash. Molle Eibach ProKit - Distanziali Eibach Pro Spacers . retrocamera e Bluetooth OEM su Navi 900 - DRL, luci targa, retromarcia e fendinebbia a LED - M-Tech short shifter Filtro a pannello - Downpipe senza precat - Regolatore variabile pressione benzina Bonalume - Candele NGK "fredde" - Turbocompressore ibrido - Intercooler maggiorato - riprogrammazione ECU di qualcuno che lavora dove si fabbricano Automobili - frizione S-Performance Sachs - differenziale Wavetrac - dischi freno e pastiglie EBC - flessibili freno HEL :mrgreen: Non so "quanti cavalli ha". L'unica cosa che so è che adesso va come avrebbe dovuto andare già dall'inizio. Ora anche meglio...
:)

Così:

Image


sarebbe stata perfetta. Quand'ero giovane: Calibra 2000 16V


New entry: BMW 118d MSport full optional


Per poter risorgere risulta indispensabile, prima, morire
Avatar utente
involt
Astrista D.O.C.
Astrista D.O.C.
 
Messaggi: 2694
Iscritto il: 16/11/2012, 8:16
Località: SudItalia
La tua Astra: Astra J
Caratteristiche: Un po' malconcia dal 29 maggio 2013

Re: Freni più performanti

Messaggiodi 8888ita8888 » 04/04/2019, 18:34

involt ha scritto:
8888ita8888 ha scritto:Non conoscevo l'esistenza del Motul, pensa che nei negozi di ricambi quanto ho chiesto un classe 6 mi avevano preso per pazzo (anche all'Opel).


C'è un malinteso. La Motul non produce DOT 4 classe 6. Il fluido a bassa viscosità per ESP/ABS della Motul è un DOT 5.1. L'errore probabilmente nasce dal fatto che tu ritieni


No, io cercavo quello dell'ATE e mi avevano preso lo stesso per pazzo dicendo che di DOT4 ne esiste solo un tipo e sono tutti uguali.
involt ha scritto:
8888ita8888 ha scritto: ...una viscosità di gran lunga superiore rispetto al classico DOT4 e "scivola" meglio nei tubi.


in realtà é l'esatto contrario. La perdita di carico cresce al crescere della viscosità. In altri termini, perché il fluido "scivoli meglio nei tubi" la viscosità deve essere più bassa, non più alta. Il problema non si pone a caldo, dove le viscosità si abbassano di centinaia di volte. Si pone a freddo dove un DOT 4 "da pista" può avere una viscosità anche doppia rispetto ad un DOT 5.1 o ad un classe 6. E se le temperature esterne sono sottozero, questo può compromettere il funzionamento del sistema ESP/ABS in quanto i canali all'interno della pompa sono di calibro davvero ridotto. Ma una volta che la temperatura porta la viscosità al di sotto di un certo valore, il fattore principale rimane la compressibilità. E quando la temperatura aumenta ancora diviene il punto di ebollizione; ma qui stiamo parlando di pista (o di uso stradale "esasperato"). Vi è inoltre un ulteriore aspetto che confonde il quadro, e cioè il fatto che di solito vengono indicati valori di viscosità cinematica, ma non si parla del peso specifico. Quindi, i fluidi non sono direttamente confrontabili sulla base di questo valore; poiché i fluidi freni si muovono per la pressione esercitata dalle pompe, la viscosità dinamica sarebbe un indicatore migliore del loro comportamento.



Grazie di avermi corretto e mi scuso per il mio errore.
Ma si può mettere un 5.1 in un impianto predisposto per il 4?
Passione? Rimappare la Zafira :D

Il mio bolide? Zafira A, motore x20dtl, anno 2000, cilindrata 1995, CV 82 ---> 120, rialzata di 5cm con molle rinforzate e ammortizzatori Koni Street, Km +220.000
8888ita8888
Giovane Astrista
Giovane Astrista
 
Messaggi: 135
Iscritto il: 10/08/2016, 15:56
Località: Siderno
La tua Astra: Zafira A
Caratteristiche: Elegance 00 DTI motore x20dtl 82cv

Re: Freni più performanti

Messaggiodi involt » 04/04/2019, 19:12

8888ita8888 ha scritto:Ma si può mettere un 5.1 in un impianto predisposto per il 4?


Sì, certo. I problemi di compatibilità sono con il 5.0, perché la base chimica é differente. Ma, come dicevo prima, una volta provato mi sono affrettato a ritornare al Motul RBF 660...
AstraJ GTC 1.6T Carbon Flash. Molle Eibach ProKit - Distanziali Eibach Pro Spacers . retrocamera e Bluetooth OEM su Navi 900 - DRL, luci targa, retromarcia e fendinebbia a LED - M-Tech short shifter Filtro a pannello - Downpipe senza precat - Regolatore variabile pressione benzina Bonalume - Candele NGK "fredde" - Turbocompressore ibrido - Intercooler maggiorato - riprogrammazione ECU di qualcuno che lavora dove si fabbricano Automobili - frizione S-Performance Sachs - differenziale Wavetrac - dischi freno e pastiglie EBC - flessibili freno HEL :mrgreen: Non so "quanti cavalli ha". L'unica cosa che so è che adesso va come avrebbe dovuto andare già dall'inizio. Ora anche meglio...
:)

Così:

Image


sarebbe stata perfetta. Quand'ero giovane: Calibra 2000 16V


New entry: BMW 118d MSport full optional


Per poter risorgere risulta indispensabile, prima, morire
Avatar utente
involt
Astrista D.O.C.
Astrista D.O.C.
 
Messaggi: 2694
Iscritto il: 16/11/2012, 8:16
Località: SudItalia
La tua Astra: Astra J
Caratteristiche: Un po' malconcia dal 29 maggio 2013

Re: Freni più performanti

Messaggiodi Robiz87 » 09/04/2019, 9:27

paolo.tnt ha scritto:i dischi forati e/o baffati sono illegali se non previsti dalla casa come primo impianto, per quanto riguarda la qualita dei dischi o pastiglie cambia poco, se ci sono differenze sono minime

Correggo per chiunque legga. Fonte polizia stradale, e anche su internet medesima risposta. Se il disco forato/baffato è omologato per uso stradale e rispetta i criteri del disco montato in origine, ovvero stesso diametro e nel caso di disco non autoventilato non può essere sostituito con uno autoventilato, può essere montato senza problemi in quanto pezzo aftermarket conforme all'originale. Diventa illegale nel caso di modifica di diametro o sostituzione pinze con altre del tipo maggiorato a meno di riomologazione che rende legale il tutto
Opel Astra 3p 1.7 DTI 75 cv cerchi da 16 project total black. Lavori eseguiti finora, ritappezzato cielo, sostituzione fari anteriori, eliminazione graffi ed ammaccature, sostituzione accendisigari con doppia presa usb, luci posizione a led, anabbaglianti Philips X-treme vision, oscuramento vetri e fascia parasole sul parabrezza con pellicola suntek hp 05. Prossimo lavoro in previsione presa accendisigari al posteriore e nel bagagliaio
Ex Audi A3 1.9 TDI 110 cv Highlander
Robiz87
Giovane Astrista
Giovane Astrista
 
Messaggi: 127
Iscritto il: 28/11/2016, 20:47
Località: Grottazzolina
La tua Astra: Astra G
Caratteristiche: 3P 1.7 DTI 75 cv

Re: Freni più performanti

Messaggiodi Utente » 09/04/2019, 9:48

scusate una domanda leggermente fuori luogo
per il cambio liquido io sono ancora fermo all'antica pratica dell'assistente che pompa il pedale e io che gestisco la valvolina. ma se tramite obd facessi partire la pompa abs potrei fare a meno dell'assistente o no?
Immagine
Sebbene una buona soluzione può essere applicata con successo a quasi tutti i problemi, la causa principale dei problemi sono le soluzioni, e ogni soluzione genera nuovi problemi. (semi cit. Sevareid, Murphy)
Zafira A 1.6 101cv (z16xe), Clio k4j710
Utente
Astrista Esperto
Astrista Esperto
 
Messaggi: 885
Iscritto il: 10/01/2013, 16:21
Località: To, più o meno
La tua Astra: Zafira A
Caratteristiche: 1.6 Z16XE Elegance
Umore: mah

Prossimo

Torna a Astra G

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti